mercoledì 18 ottobre 2017

"L'amore arriva sempre al momento sbagliato" di Brittainy C. Cherry

Buongiorno readers :) 
Oggi voglio presentarvi la recensione di un libro che ho divorato in pochi giorni. 


Titolo: L'amore arriva sempre al momento sbagliato
Autrice: Brittainy C. Cherry
Anno di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Newton Compton Editori

Trama: 
Ashlyn Jennings è una studentessa modello. Ama follemente leggere, soprattutto i drammi di Shakespeare, dentro i quali, spesso, cerca risposte alle domande che la vita le pone. E adesso di punti interrogativi ne ha molti, dato che ha appena perso sua sorella gemella e, come se non fosse abbastanza, sua madre è caduta in una grave depressione. Ashlyn deve andare a vivere con suo padre e la sua nuova famiglia nel Wisconsin. La devasta anche solo l’idea di trascorrere l’ultimo anno di scuola lontana dai compagni di classe, ma non può che fare le valigie. In viaggio verso la sua nuova casa incontra per caso Daniel Daniels, un uomo distrutto. Lui ha subìto due grandi perdite nella sua vita e sta cercando di rimettersi in sesto. Pensa a tutto meno che a trovare l’amore, ma l’incontro con Ashlyn è qualcosa che va oltre le semplici leggi della chimica. Entrambi cercano di dimenticare quello che hanno provato quel giorno, finché non si “scontrano” a scuola, dove essere allieva e professore non facilita affatto le cose… 

Recensione: 
Una storia che ti fa battere il cuore. Una storia che ti dà la forza di credere nel futuro, nell’amore, nell’amicizia, nella famiglia. 
Un romanzo come questo è una perla preziosa. 
La storia di Ashlyn è dolce-amara. Dopo aver perso la sorella gemella si trasferisce dal padre. Contro ogni aspettativa trova una nuova famiglia nei suoi fratellastri Ryan e Haily. Con entrambi riesce a creare un rapporto unico, loro diventano la sua nuova famiglia e la sua ancora di salvezza che la tiene a galla dal mare di dolore per la morte della sorella. 
Ma a volte l’unica anima che ti può salvare risiede in una persona che affronta un dolore simile al suo. 
Daniel è un musicista che trae la sua ispirazione dalle opere di Shakespeare ma è anche un insegnante di lettere nel liceo di Ashlyn. 
La giovane incontra gli occhi magnetici di Daniel durante il suo viaggio in treno e non riesce più a toglierseli dalla testa e dal cuore. Perchè quello sguardo la fa sentire viva. Ma Daniel è anche il suo insegnante e questo complica un po' le cose. 
Ma quando trovi il tuo paradiso personale come si fa a rinunciarci? Come si fa a fermare il cuore che batte all’unisono con quello dell’anima vicino a te? 
Un romanzo che ti fa emozionare ad ogni parola, un romanzo che ti crea dipendenza fino alla fine e anche dopo averlo concluso. 
Consigliato a tutti coloro che hanno bisogno e voglia di innamorarsi ogni giorno di più di questo pazzo e imprevedibile flusso che è la vita di ognuno di noi. 

Lo avete letto? Cosa ne pensate? 

A presto, 
Afra❤


 

lunedì 16 ottobre 2017

#3 IN WHICH TIME ARE YOU?


Buongiorno e buon lunedì carissimi lettori e lettrici, questa rubrica è già al terzo appuntamento e sono molto felice perchè mi piace fare il punto della situazione. Inizia una nuova settimana e vorrei conoscere quali sono le vostre letture passate, presenti e future ma intanto vi lascio alle mie :)



IN WHICH TIME WERE YOU ARE? 
Ero a Napoli insieme a Leonardo e Camilla nel romanzo “Il filo rosso che ci unisce” di Mariaflavia Salzono. 

IN WHICH TIME ARE YOU? 
In questo momento sono a Parigi con Raphael nel romanzo “La ragazza di Broklyn” di Guillaume Musso. 

IN WHICH TIME WILL YOU ARE? 
Sarò insieme ad Alice in una grande azienda milanese di moda nel romanzo “Le disavventure di Alice” di Marina Galatioto. 

E voi dov'eravate? dove siete? Dove sarete? 

A presto, 
Afra❤

domenica 15 ottobre 2017

#14 Segnalazioni destinose "La guerra dei lupi"

Buongiorno e buona domenica a tutti cari lettori e lettrici. Oggi torno con una nuova segnalazione per voi. IL romanzo in questione è "La guerra dei lupi" di Alessio del Debbio. Vi lascio qui sotto tutte le informazioni più una mini intervista, come ormai da prassi nelle mie segnalazioni. 
Vi ricordo che potete rimanere sempre aggiornati sui post che pubblico seguendomi sul mio account Instagram e sulla pagina FB. Trovate i link nella barra laterale --> 

"La guerra dei lupi" 
Editore: Edizioni Il Ciliegio 
Prezzo cartaceo: 19.50 € 


Sinossi: Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita. «Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.» Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

BREVE INTERVISTA

📚 Cosa vuol dire per te scrivere?   
Scrivere per me è viaggiare. In posti sempre nuovi, in totale libertà, lasciando la mente e il cuore di raggiungere le destinazioni che vogliamo, liberi di reinventarci ogni volta e ripartire da zero. E' come vivere tante vite, quante quelle che siamo in grado di immaginare. Possiamo essere pirati, astronauti, stregoni e vivere ogni volta avventure diverse, sempre nuove, senza mai annoiarsi. 

📚 Descriviti con una citazione e dicci perchè la hai scelta. 
La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo ma ciò che siamo." 
Fernando Pessoa

Mi è sempre piaciuta questa citazione. Mette l'accento sul fatto che la vita è ciò che ognuno di noi fa di essa, ognuno se la crea, solo e sovrano artefice del proprio destino. E poi ritorna il tema del viaggio, non solo fisico ma anche interiore, alla ricerca di noi stessi e di ciò che vogliamo essere. 

Per questo appuntamento è tutto, fatemi sapere cosa ne pensate :) 

A presto,
Afra❤

martedì 10 ottobre 2017

"L'insana improvvisazione di Elia Vettorel" di Anemone Ledger

Buona sera lettori e lettrici del blog, oggi vi porto un romanzo che ero dubbiosa di leggere per il suo stile un po' horror ma vi lascio alla recensione. 


Titolo: L'insana improvvisazione di Elia Vettorel
Autrice: Anemone Ledger
Anno di pubblicazione: 2017
Casa editrice: Elison Publishing
Trama: 
Le improvvisazioni negative accompagnano tutta la fiaba nera di Elia Vettorel, dai suoi primi anni in orfanotrofio fino alla morbosa attenzione nei confronti di sua madre, al delirio completo, alla perdita di se stesso. La collezione di quadri inquietanti raffiguranti bambini uccisi in modi brutali, l’adrenalina nel compiere atti immondi, la derisione per il suo aspetto e la cicatrice sulla guancia, vero e proprio squarcio nell’abisso infernale e sconnesso della sua anima; come non poteva, Elia Vettorel, compiere un atto insano? 

Recensione: 
Prima di tutto ringrazio l’autrice, Anemone Ledger, per avermi dato la possibilità di leggere questo romanzo e di avermi fatto capire che è un genere che apprezzo ma che non amo. Il romanzo racconta la storia di Elia Vettorel e ripercorre tutta la sua vita dall’orfanotrofio fino alla casa in cui scopre la verità su i suoi genitori. 
La storia è narrata da Elia che vive i fatti in prima persona con il supporto dello psicologo assegnatoli dalla prigione in cui si trova per il crimine che ha commesso. 
Elia è un bambino che non è mai stato accettato dalla madre quando era nel suo grembo, dai bambini dell’orfanotrofio per il suo colore di capelli rosso carota e nemmeno dalle persone che incontra tutti i giorni per il suo aspetto e la cicatrice sul suo volto che spaventa le persone. Durante gli anni che trascorre in orfanotrofio viene deriso dai suoi coetanei ed emarginato tanto che Elia inizia ad immaginare e parlare con una “famiglia” immaginaria che disegna sul muro della stanza delle punizioni che le suore avevano all’interno del convento. 
Una volta che si viene a scoprire che Elia è un bambino strano viene isolato anche dalle suore che invece avrebbero il compito di creare un ambiente felice in cui crescere per tutti i bambini abbandonati. Suor Sara, sembra l’unica che accetta quel bambino un po' speciale per quello che è, ma alla fine anche l’unica sua alleata le volta le spalle. 
Quando la madre torna a prenderlo Elia è felicissimo di avere la possibilità di avere una famiglia come quella che disegnava sempre, ma anche qui le cose non vanno come si immagina. La madre non lo ha mai voluto e nemmeno una volta sistemata lo accetta, all’inizia tutto sembra rose e fiori ma la donna non è per niente una persona felice di riavere il figlio. 
Elia è totalmente ossessionato dalla madre anche una volta morta. Aurora è in ogni angolo della casa, in ogni suo pensiero ed in ogni donna che incontra. 
Il romanzo è molto particolare, il genere non è uno dei miei preferiti ma ho voluto provare a buttarmi e leggerlo. Sono rimasta soddisfatta anche se alcune scene sono veramente orride e dettagliate. 

Voi lo avete letto? Come lo avete trovato? 

 A presto, 
 Afra❤

martedì 26 settembre 2017

"Resta anche domani" di Gayle Forman

Buongiorno lettori e lettrici, questa settimana ho una nuova recensione per voi. Questo romanzo lo ho letto ormai quasi un mese fa ma avevo un sacco di recensioni da recuperare quindi eccolo qui oggi:) 


Titolo: Resta anche domani
Autrice: Gayle Forman
Anno di pubblicazione: 2009
Casa editrice: Mondadori
Trama: 
Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diventare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno in una famiglia di ex batteristi punk e indomabili femministe. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani? 

Recensione: 
Dopo molto tempo dall’uscita del film mi sono decisa a leggere questo romanzo. Mi ha piacevolmente colpita e sono felice che il film abbia tenuto fede al romanzo di Gayle Forman. 
Mia è una giovane e promettente musicista con una famiglia di ex musicisti ma di un genere totalmente opposto al suo. Lei ama la musica classica mentre la sua famiglia è appassionata di rock. Mia suona il violoncello e probabilmente entrerà nella scuola più famosa al mondo, la Juliard. 
La sua migliore amica, Kim, e il suo ragazzo, Adam, sono la seconda famiglia di Mia e saranno proprio loro a “salvarla” dal suo inferno personale. 
Un giorno un tragico incidente strappa alla giovane e alla sua famiglia la routine. 
Mia si ritrova incastrata in un mondo che a stento riconosce. 
“Resta anche domani” è uno splendido romanzo che ci permette di capire il valore dell’amore e della musica quando tutto sembra perduto. 
La musica è in grado di far incontrare le persone, di farle innamorare e di salvarle. Quando la vita ti volta le spalle e non sai a cosa aggrapparti forse solo la tua passione è in grado di salvarti. Adam, Kim, i nonni, gli zii, le zie e i cugini sono un’ancora di salvezza per Mia. 

Ma questo è sufficiente? La passione sarà in grado di salvarla? 

Avete letto questo romanzo o avete visto il film? Qual’è la vostra passione più grande? Sono curiosa di leggere i vostri commenti, fatemi sapere:) 

A presto, 
Afra❤ 

lunedì 25 settembre 2017

#2 IN WHICH TIME ARE YOU?


Buongiorno #destinyreaders, sono già passate due settimane da quando ho pubblicato il primo post di questa è una nuova rubrica. Una nuova settimana ha inizio e vi chiedo scusa se sarò poco presente sul blog ma mi aspettano delle settimane un pò più pesanti di fronte a me. MI trovate sempre attiva su IG però se volete sapere come proseguono le mie letture. 



IN WHICH TIME WERE YOU ARE? 
 Ero insieme a Mallory in una grande città nel romanzo "Il problema è che ti amo" di Jennifer L. Armentrout.

IN WHICH TIME ARE YOU? 
Percorro ogni giorno i corridoi di un grande magazzino in "Qualcuno come te" di Angela G di Maio.

IN WHICH TIME WILL YOU ARE? 
Purtroppo non so ancora dove sarò perchè le prossime settimane saranno molto pesanti e non so se avrò molto tempo per leggere, purtroppo. 

E voi dov'eravate? dove siete? Dove sarete? 

A presto, 
 Afra❤

domenica 24 settembre 2017

#13 Segnalazioni destinose "Fiore di cactus"

Buongiorno carissimi lettori e lettrici, un'altra settimana si sta volgendo al termine e qui sembra che il 2017 sia passato in un soffio. Da ottobre sarà molto presa con l'inizio del mio corso di studi che sta proseguendo bene ma spero di trovare il tempo di postare con la solita regolarità sul blog. Ad ogni modo come ogni domenica vi lascio una segnalazione destinosa tutta per voi. 

"Fiore di cactus"  
Editore: Panesi Edizioni 
Prezzo ebook: 2.99€ 
Prezzo cartaceo: 10€ 

Sinossi: Sara è una ragazza timida, intelligente, con la battuta sempre pronta, eppure nasconde la sua fragilità sotto un’armatura. La vita l’ha resa cinica e amara. Un giorno conosce Andrea, un ragazzo attento e gentile che con smisurata pazienza riesce a farsi spazio nella sua vita. Sarà lui a indurla a rimettere tutto quello in cui crede in discussione. Sara così ripenserà al percorso che l’ha resa la donna che è, si chiederà se riuscirà più a lasciarsi amare, se certe paure potranno essere sconfitte o se invece non ci sarà più nulla da fare. Se una come lei merita una seconda occasione. Perché anche un cactus ha un cuore, ha solo bisogno di qualcuno che creda in lui e non abbia paura delle sue spine. 

BREVE INTERVISTA

📚Quando e perchè hai iniziato a scrivere il tuo romanzo?

Ho iniziato a scrivere questa storia due mesi dopo aver creato il mio blog cuore di cactus. Non sapevo sarebbe diventato un romanzo, in realtà era una semplice storia che mi tormentava continuamente. Avevo per la testa Sara, i suoi pensieri, i dialoghi comici tra lei ed Isa, la sua migliore amica. Non facevo altro che pensarci, così ad un certo punto mi sono detta "Devo scriverla". E' stata la cosa più naturale e allo stesso tempo più difficile che abbia mai fatto. 

📚 Descriviti con un citazione:)

"Sapessi cosa costa germogliare a freddo in un terreno senza pace." Alda Merini 

A presto, 
Afra❤